Regolamento

1. Presentazione del premio

1.1 Introduzione al concorso “Close the tap”

“Close the tap” è un concorso a partecipazione gratuita, promosso da Aequilibria S.r.l. – SB e finalizzato a promuovere la sensibilizzazione sul tema del Cambiamento Climatico e l’azione per un’efficace transizione ad una società a basso contenuto di carbonio.

La comunità scientifica, le parti sociali e parte del mondo politico ed economico ci chiedono di colmare il divario (“close the gap”) esistente tra la necessità e l’urgenza di tagliare drasticamente le emissioni e gli sforzi effettivamente messi in campo in questo momento. 

Spesso l’atmosfera viene rappresentata come una vasca da bagno in cui la CO2 accumulata nel tempo simboleggia il crescente livello dell’acqua. Per questo motivo, è necessario agire in un’ottica di “Close the tap”, al fine di evitare che la vasca strabordi pericolosamente. 

Il concorso è finalizzato a premiare dei video in grado di fornire conoscenza e inoltrare una chiamata all’azione sia verso i professionisti sia verso i cittadini comuni, sensibilizzandoli in merito al Cambiamento Climatico, le sue cause, conseguenze e urgenza. 

I video da realizzare potranno appartenere a una delle due categorie indipendenti: 

  1. live action video (realizzato attraverso riprese e immagini reali – durata massima 3 minuti),
  2. video animato (realizzato con immagini e animazioni digitali – durata massima 2 minuti). 

Inviando le opere al concorso si accetta implicitamente che il promotore del concorso possa diffonderle (citando l’autore) a titolo gratuito e senza scopi di lucro, su social networks, durante riunioni, workshops tecnici o corsi formativi. Per esempio, potrebbero venir riprodotti in apertura a meetings con rappresentanti pubblici o privati e durante conferenze o corsi tecnici di formazione su questi argomenti. 

1.2 Premio

I premi in palio sono i seguenti:

  Categoria
Live action video Video animato
1° premio 1000 € 1000 €
2° premio 300 € 300 €

È previsto anche un Premio speciale della Giuria del valore di 400 €, che sarà assegnato indipendentemente dalle categorie.

1.3 Promotore del concorso

Aequilibria S.r.l. – SB* ha indetto, promuove e gestisce il concorso “Close the tap”.

(*si fornisce una presentazione di Aequilibria S.r.l. – SB alla fine di questo documento).

1.4 Scopo e obiettivi

Lo scopo di questo concorso è motivare cittadini, politica, economia e tutte le parti interessate, professionisti e pubbliche autorità a lavorare insieme per la mitigazione e l’adattamento al cambiamento climatico. Attraverso i video si vuole ribadire che tutte le parti interessate (società civile, associazioni dei consumatori, associazioni, aziende, operatori economici nel campo del carbon management, etc.) hanno un loro ruolo nel far fronte al cambiamento climatico insieme alle istituzioni governative, adempiendo sia alla normativa cogente sia alle norme volontarie. 

Si tratta di un cambio di cultura che ciascun video deve promuovere per incoraggiare la consapevolezza su questi temi.

I video quindi hanno diversi obiettivi:

  • aumentare e migliorare l’informazione sul cambiamento climatico;
  • condividere la necessità di un’azione collettiva in cui tutti devono avere un ruolo attivo; 
  • promuovere le azioni di cambiamento. 

I video dovrebbero presentare questi concetti relativamente complessi in modo di permetterne una facile comprensione e/o dimostrare l’utilità della loro applicazione.

1.5 Pubblico destinatario

Il pubblico destinatario di questi video può essere estremamente vario, includendo:

  • la cittadinanza, non necessariamente esperta di cambiamento climatico 
  • organizazioni che intendono iniziare un percorso verso la sostenibilità
  • autorità nazionali (ministri, agenzie) e altre istituzioni regionali o locali (autorità locali,…)
  • professionisti del settore (es. associazioni ambientali,…)
  • parti interessate nazionali o locali (es. accademie, scienziati,…)
  • autorià pubbliche (trasporti, turismo, difesa,…)
  • decision-makers, manager, attori socio-economici,  professionisti del cambiamento climatico, società civile, scienziati, …. 
  • ogni altra parte interessata al cambiamento climatico.

Nel realizzare il video, il candidato deve avere ben presente il pubblico target prescelto, e questo deve essere indicato in fase di compilazione della domanda di partecipazione, in modo che la giuria ne sia a conoscenza.

2. Regole di partecipazione

É permesso partecipare ad entrambe le categorie, così come ad una sola di esse; ciò significa che si può partecipare sviluppando un solo video, oppure anche due (uno per categoria). 

Inviando la candidatura a questo concorso si autorizza automaticamente il promotore del concorso a diffondere i video, sia sul web sia in attività private, per un uso gratuito e senza scopo di lucro, senza costi aggiuntivi. Pertanto, Aequilibria S.r.l. – SB acquisisce il diritto di usufruire gratuitamente di tutti i video ricevuti, citando il nome dell’autore/degli autori al momento della diffusione. I candidati devono firmare l’autorizzazione per concedere un uso gratuito dei loro video senza costi aggiuntivi al momento della compilazione del modulo per la domanda di partecipazione.

2.1 I video

Le idee originali saranno apprezzate, ma in termini di valutazione saranno preferite le narrazioni che evitino i registri basati sulla paura, promuovendo invece il coinvolgimento del pubblico al fine di aumentarne la consapevolezza e in chiave propositiva verso un’azione di cambiamento. 

Si prediligono infatti i video che catturino l’attenzione e possano fare colpo sullo spettatore presentando i fatti tramite toni leggeri e narrazioni divertenti, nonostante il cambiamento climatico sia un problema preoccupante.

2.1.1 Live action video

A – Stili ammessi
I live action video possono essere realizzati utilizzando qualsiasi tipologia di tecnica e stile.

B- Durata
La durata del live action video dev’essere di 3 minuti al massimo.

2.1.2 Video animato

A – Stili ammessi
Le animazioni possono essere realizzate utilizzando ogni tipo di tecnica. Animazioni 2D, 3D, stop motion, mixed media e animazioni tradizionali sono più che benvenute fintanto che emerge una chiara comprensione dei principi di base dell’animazione. Tutti gli stili saranno considerati equivalenti ai fini della valutazione, anche se gli stili che richiedono più tempo di lavorazione riceveranno un bonus.

B – Durata
La durata del video animato dev’essere di 2 minuti al massimo.

2.2 Argomenti

Si assegnano due possibili argomenti per lo sviluppo dei video:

  • UNO PER TUTTI E TUTTI PER UNO 

Cresce la mobilitazione dei singoli per forzare dal basso la politica a intraprendere scelte tanto difficili quanto indispensabili per affrontare il cambiamento climatico…spesso, infatti, i singoli formano gruppi in grado di fare la differenza.

  • MANGIAMO IL CAMBIAMENTO CLIMATICO 

Il ruolo delle scelte alimentari è spesso sottostimato, ma la tavola è un importante campo di battaglia contro il cambiamento climatico, dove il consumo di prodotti animali, carne in primis, ha un ruolo da protagonista.

Il candidato può scegliere se sviluppare l’argomento A o l’argomento B per la realizzazione di ogni video: questo significa che entrambi gli argomenti sono disponibili sia per il live action video che per il video animato.

2.3 Lingua

L’audio nei video può essere registarto sia in italiano sia in inglese. 
I sottotitoli nei video sono un optional gradito, per facilitare la fruizione delle persone non udenti.
Verranno accettati anche video muti (ossia solo con musica, senza parlato).

2.4 Scadenza

La scadenza per la consegna dei video è la mezzanotte del 28 febbraio 2022.

2.5 Modalità di consegna

Le versioni finali del live action video e del video animato devono essere spedite via WeTransfer, o piattaforme equivalenti, in formato .mp4 (massimo 1,5 GB)all’indirizzo info@closethetap.it, riportando in oggetto «Close the tap Award».

3. Sistema di valutazione

3.1 La giuria

La giuria è composta dai tre seguenti esperti: 

  • Daniele Pernigotti, Esperto di cambiamento climatico: 

CEO di Aequilibria S.r.l. – SB, è Chair del CEN/TC 467 “Climate change”, Vice-presidente dell’UNI/CT “Ambiente” e Convenor del GL15 “Cambiamento climatico”. É delegato italiano dell’ISO/TC 207/SC7 “Climate change”, Convenor dell’ISO/TC 207/TG2 “Circular Economy”, membro dell’ISO/TC 207 Strategic Leadership Group (SLG) ed è stato Convenor dell’ISO/TC 207/SC7/WG8 per lo sviluppo della norma ISO 14067 sulla Carbon Footprint di prodotto. Daniele è Technical Advisor per Accredia per gli schemi di accreditamento sul cambiamento climatico e lavora nella stessa area per ANAB (USA), ONAC (Colombia) e RvA (Olanda). É attualmente membro dell’International Technical Working Group sulle Avoided Emissions (NetZero Initiative), dell’ Advisory Board per il “CLICKSON Project” (ABC) e dell’Advisory Board per il “Carbon neutrality empowered by handprint” (VTT). Ha inoltre pubblicato diversi libri sul cambiamento climatico.

  • Marco Toffanin, Esperto di live action video: 

è responsabile dell’unità multimediale presso l’ufficio Digital learning and multimedia dell’Università di Padova. Negli anni si è concentrato sulla produzione multimediale nel campo dell’istruzione, della ricerca e della comunicazione. Ha creato centinaia di contenuti multimediali e ha scritto diversi articoli scientifici sull’argomento. Insegna Comunicazione multimediale presso l’Università degli Studi di Padova.

  • Chiara Cant, Esperta di video animati: 

direttore creativo e fondatrice dello studio di animazione con sede in Italia “The Magic Collective”, il cui obiettivo è creare un impatto attraverso lo storytelling visivo. Cant si concentra su saggi visivi creativi e pubblicità per grandi clienti e piccole organizzazioni di beneficenza. Tra fotogrammi e animazioni, cerca di influenzare il cambiamento sociale e ambientale. I suoi video sono stati proiettati ai più importanti Festival Internazionali del Cinema Ambientale, al Parlamento Europeo e alla Mostra del Cinema di Venezia.

Marco Toffanin presiede la categoria per il live action video, mentre Chiara Cant la categoria per i video animati. Il presidente di ogni categoria ha diritto a un punteggio doppio durante il processo di valutazione dei video. Gli altri membri “no chair” della giuria possono attribuire un singolo punto, così come lo staff di Aequilibria S.r.l. – SB che globalmente potrà esprimere un punto.

La giuria detiene la piena ed insindacabile responsabilità del giudizio finale in merito alla valutazione dei video e dei vincitori.

L’analisi complessiva delle candidature non sarà condivisa con i candidati. La giuria potrà informare singolarmente i candidati che fanno richiesta del proprio punteggio ricevuto.

La giuria comunicherà i video vincitori a tutti i partecipanti via e-mail entro il 15 aprile 2022, oltre che previa pubblicazione sul sito del concorso (www.closethetap.it).

3.2 Criteri e sistema per assegnazione del punteggio

La valutazione conferirà ad ogni candidatura che rispetti i requisiti del concorso un punteggio massimo di 20 punti sulla base della rispondenza ai seguenti criteri:

  • Creatività e originalità dei video 
  • Qualità dell’esecuzione
  • Interpretazione del progetto ed efficacia dei video
  • Accuratezza tecnico/scientifica del messaggio.

Per ogni categoria verrà selezionata la proposta che otterrà il punteggio più alto.
Non è possibile contestare l’assegnazione dei punti, che è di esclusiva competenza della giuria.

Presentazione di Aequilibria S.r.l. – SB

Aequilibria S.r.l. – SB è uno studio italiano di consulenza e formazione ambientale specializzato nel carbon management, operante a livello nazionale e internazionale, fondato da Daniele Pernigotti nel 2002.

Il motto di Aequilibria S.r.l. – SB è “Prospettive sostenibili in evoluzione”, perché la forza motrice delle sue attività è la convinzione che la sostenibilità sia un percorso da intraprendere tenendo in considerazione le mutevoli condizioni di contorno.

Nel contesto odierno, non si può pensare alla sostenibilità senza considerare anche di affrontare il cambiamento climatico. 

Lo scopo dell’azienda è infatti quello di supportare le organizzazioni nel loro percorso e nella loro strategia verso un’economia a basse emissioni di carbonio con una prospettiva sostenibile, poiché l’opportunità di introdurre nella propria organizzazione strumenti di carbon management oggi è destinata a diventare una necessità vitale nel prossimo futuro.

Il Regolamento è consultabile da qui.